Una dettagliata ricostruzione climatica dallo studio dei Micrommamiferi

Dopo oltre tre mesi di serrate determinazioni tassonomiche, il paleontologo Juan Manuel Lopez Garcia dell’Università Rovira i Virgili di Tarragona, recentemente inserito nel team di ricerca di Grotta di Fumane, ha acquisito dati di estremo interesse per la paleoecologia del Paleolitico medio recente, dell’Uluzziano e dell’Aurignaziano. Lo studio si basa su oltre 8.600 resti di arvicole, ghiridi e altri roditori, ritenuti affidabili indicatori del paleoambiente e delle condizioni climatiche esistite al tempo delle occupazioni neandertaliane e dei primi Uomini Anatomicamente Moderni. La sequenza abbraccia una serie di oscillazioni climatiche, peraltro riconosciute a scala globale, responsabili di variazioni dei parametri (temperatura e precipitazioni) con conseguenze sulla densità forestale e sull’estensione degli spazi aperti. L’articolo è stato pubblicato nella prestigiosa rivista Quaternary Science Reviews.

L’articolo è parzialmente consultabile e acquistabile su:
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0277379115301128

Pubblicato in Uncategorized