Problems with radiocarbon dating the Middle to Upper Palaeolithic transition in Italy (Publication)

Importante lavoro che ha permesso di verificare l’efficacia di un nuovo trattamento denominato ABOx-SC per i carboni destinati alla datazione con il metodo del decadimento del radiocarbonio, finalizzato ad eliminare gli eventuali contaminanti organici (funghi, humus, grassi, ecc.) rispetto al procedimento standard (ABA). Per contribuire a risolvere i problemi che affliggono la cronologia della transizione Paleolitico medio – Paleolitico superiore, dovuti al contenuto estremamente basso in isotopo radioattivo e quindi ad un rischio elevato di aberrazione delle date nel caso di piccole quantità di contaminanti, i ricercatori dell’Università di Oxford hanno condotto con successo nuove datazioni sui livelli musteriani e aurignaziani di Fumane che permettono di allineare le età del Musteriano finale (strati A5+A6 e A5) e del primo Aurignaziano (strato A2) rispettivamente a 45.000 e a 41.000 anni calendario dal presente. Autori: Higham T.F.G. - Brock F. - Peresani M. - Broglio A. - Wood R. - Douka K. Pubblicazione: Quaternary Science Reviews Pagine: Vol. 28, 1257-1267

Age of the final Middle Palaeolithic and Uluzzian levels at Fumane Cave, Northern Italy, using 14C, ESR, 234U/230Th and thermoluminescence methods (Publication)

Questo lavoro presenta e discute la cronostratigrafia delle unità musteriane e uluzziane di Fumane sulla base delle datazioni ottenute con i metodi del radiocarbonio, della Risonanza Elettronica di Spin e della Termoluminescenza. Gli ampi intervalli definiti dalle date ESR e TL coprono le età radiocarbonio dalle unità A11 a A4, queste ultime distribuite tra 42,8 e 32,5 migliaia di anni non calibrati dal presente e scandite progressivamente nelle età più giovani in coerenza con l'ordine stratigrafico, nonostante l'elevata dispersione che si registra all'interno della medesima unità. Le stime supportano l'ipotesi che la successione possa coprire almeno 10.000 anni e che dal confronto con I dati sedimentologici e paleontologici, il tardo Paleolitico medio e il Paleolitico superiore antico si siano messi in posto nell'ambito di condizioni temperato-fredde correlate all'interstadiale di Hengelo, progressivamente evolventesi verso condizioni più fredde e aride. Autori: Peresani M. - Cremaschi M. - Ferraro F. - Falguères C. - Bahain J. - Gruppioni G. - Sibilia E. - Quarta G. - Calcagnile L. - Dolo J. M. Pubblicazione: Journal of Archaeological Science Pagine: Vol.35, 2986-2996